• Pubblicata il
  • Autore: Maurizio
  • Pubblicata il
  • Autore: Maurizio

La cugina 2 iiercing - Ancona Trasgressiva

Erano più o meno le quattro del pomeriggio e mi passa a trovare mia cugina Veronica. Appena entrata mi fa la linguaccia, io sorrido e quando non se lo aspettava gli tiro una sonora sculacciata. Misi su il caffè e iniziammo a chiacchierare del più e del meno. Tra una chiacchiera e l altra mentre bevevamo il caffè, disse:ho fatto i piercing. Non credo se non vedo le dissi. Lei sorrise e disse: porcellino... E io risposi se lo hai fatto veramente ora lo voglio vedere. Così si sbottonò la camicia, il reggiseno ed eccoli infilzati sui capezzoli. Mi avvicinai e iniziai a baciargli i seni, leccargli i capezzoli e con i denti giocavo con i piercing. A lei quest'ultimo provocava eccitamento. Oh si mi piace diceva. Così dalla cucina passammo in soggiorno, li reciprocamente ci spogliammo. Facendola stare in piedi Iniziai a baciarla tutta. Dai seni scendendo con la lingua fino all ombelico per poi dare un bacino sulla sua fighetta rasata.La girai e partendo dal suo morbido sederino su su per la schiena non smisi di baciarla. Arrivando poi al collo mentre gli strizzavo i seni. Il mio cazzo divento duro. Lei si giro si mise in ginocchio e inizio a succhiare, la sua bocca calda, mi mandava in estasi. Fermandosi mi disse dai leccamela un po' la presi in braccio la misi sdraiata sul divano gli aprii le gambe, e iniziai a insalivagli la passerina, con la lingua, lei gemeva gli piaceva a tal punto che venne, il suo nettare era sulla mia bocca e lingua, mi avvicinai e la baciai e dissi ecco il tuo porcellino. Ora tocca a me a venire,le posizioni cambiarono. Spostai il tavolino mi sdraiai sul tappeto e lei su subito sopra a cavalcare. La afferra prima sui fiachi poi scesi e strisi quel culetto.I suoi piccoli seni quei capezzoli inturgiditi con i piercing mi portarono a giocarci con lingua e denti, proprio quando usavo i denti lei godeva di più. Poi il porcellino sono io le dissi. Allora tu sei la mia troietta e ora ti infilzo da dietro. Ed eccola in posizione come una gattina in calore. Iniziai la leccare dolcemente la fica e il buchino so che le piaceva molto che la mia lingua insalivasse il suo buchino. La cosa che non si aspettava, prima una scarica di sculacciate, il sederino era bello rosso, poi le presi le chiappette le aprii ed era invitante tra cui scegliere. Non c'era dubbio, e buummm tutto nel sederino li lei caccio un urlo. Li iniziai dolcemente dentro e fuori dalla cappella fino in fondo con qualche sculacciata ogni tanto. Il suo buchino sembrava di burro. Le afferrai la coda dei capelli e le dissi ora ti cavalco io, tra penetrazioni profonde , sculacciate e le sue urla di piacere , io la infilzavo più forte, che lei dovette mordere un cuscino. Quando mi fermai per un momento vidi il suo ex buchino diventato bello largo, lo rinfilai subito lei sussulto, la cosa l ho ripetuta più volte, tenendoglielo dentro le lasciai la coda, lei si voltò ansimando e facendo un sorriso, che diede al volto un espressione da porcella. Mi misi in piedi lei seduta sul divano iniziò con la lingua a leccare la cappella con una mano mi massaggiava le palle, con l altra si faceva un dito, io strizzavo i suoi capezzoli e li strapazzavo tirando i piercing. L eccitamento la portò a scendere con la lingua fino le palle leccandole un po per risalire e infilarselo tutto in bocca, poi si mise in ginocchio portò l altra mano sul sederino sculacciandoselo. Il cazzo insalivato dai su e giù era pronto per eruttare. Ma sta volta glielo filo dalla bocca appena in tempo che gli spruzzo in faccia gli schizzi le presero tra naso e mento furono tre schizzi il primo gli andò sulla bocca un po' aperta la seconda la piccola parte sotto del naso e l altra prese entrambi. Anche lei ricambiò si alzò e mi invitò a baciarla. Poi con quel tono sensuale da troietta dice mi piace di più in culo che in fica, in culo è meglio. Le risposi dandogli quattro sculacciate questo culetto ormai è mio come mio è il tuo perizoma bianco in pizzo. Lei sorride. Ci ricomponiamo, e proprio al cancello durante i saluti mi dice ridacchiando... La prossima volta me ne vedrai uno alla lingua.

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!
30/03/2014 19:03

Maurizio

Caro Lacky quello che mi è capitato e mi sta accadendo tuttora, è vero. In tutta sinceritá non so come interrompere il tutto, o se continuare con i nostri rapporti. Tutta via la cosa non mi dispiace dato che mia cugina è single come me. Poi io abitando solo non ho problemi come li ha lei, riguardo che lei abita con i genitori. Comunque ti posso dire che lei a volte inventa scuse con genitori e amiche pur di venire da me.

30/03/2014 14:18

Lacky

Bella storia solo Maurizio sà se questo racconto è realtà, anni fà anchio ho avuto una storia con mia cugina, bellissima esperienza che rifarei peccato che lei è impegnata, e troppo tempo fà.

30/03/2014 13:21

Osvaldo

Maurizio spero che sia vero e non di fantasia. Tu abiti solo? Se dovrebbe essere vero, beato te.

30/03/2014 13:03

Alfredo

Camillo per me la storia può essere autentica solo Maurizio lo sa, quindi per tanto su Camillo scrivi tu qual cosa, se no sucamillo

29/03/2014 18:48

Camillo 2

Mauriziooo ma allora insisti. Non hai letto il mio commento al tuo "La cugina"? Leggilo ti prego e fra tre o quattro anni cimentati nel scrivere qualche altra storiella (mostra prima la brutta copia a qualche tuo amico, dammi retta)

01/04/2014 19:46

Maurizio

Certo alessandro che usavamo il preservativo. Ma la mia preoccupazione è come interrompere il tutto. Per via di sue ripercussioni future. Spero che le passi questa matta, anche perché devo a volte inventare scuse per non incontrarci. E un giorno, per telefono mi disse, spero che tu non stai facendo apposta, per non vedermi più? È quello che vuoi fare? Io risposi ma no, è che tra il lavoro e un impegno e l altro non avevo tempo per chiamarti e incontrarci.Penso che abbia ripreso a mia insaputa un pomeriggio che ero da lei, dato che aggiunse ti dico questo: c'è una cosa che devo dirti. Ma te la dirò al nostro prossimo incontro. Ora mi trovo in un casino.

01/04/2014 19:42

Maurizio

Certo alessandro che usavamo il preservativo. Ma la mia preoccupazione è come interrompere il tutto. Per via di sue ripercussioni future. Spero che le passi questa matta, anche perché devo a volte inventare scuse per non incontrarci. E un giorno, per telefono mi disse, spero che tu non stai facendo apposta, per non vedermi più? È quello che vuoi fare? Io risposi ma no, è che tra il lavoro e un impegno e l altro non avevo tempo per ciao arti e incontrarci.Penso che abbia ripreso a mia insaputa un pomeriggio che ero da lei, dato che aggiunse ti dico questo: c'è una cosa che devo dirti. Ma te la dirò al nostro prossimo incontro. Ora mi trovo in un casino.

01/04/2014 16:15

alessandro

D accordo con camillo ! poi vorrei aggiugere che per me la storia e' una gran cazzata ! Chiaramente è frutto solo della fantasia di maurizio! Fa perfino ridere la trama della storia! Concludo dicendo che se per caso la storia fosse vera(compresa la prima parte intitolata la cugina , al massimo gli dò 1 % di probabilità di veridicità), tu e tua cugina sareste 2 perfetti irresponsabili perche rischiereste di mettere al mondo figli con handicap e prendere voi 2 delle brutte malattie! Ma spero che tu abbia usato almeno il preservativo ! Comunque per me rimane una storia scritta male, al limite del ridicolo , comica e irreale!E non capisco perche' tu debba far passare delle fantasie per verità! Basterebbe scrivere all inizio della storia come introduzione " Questa è una storia di fantasia"! p.s. rispondindimi pure "libero di non crederci , tanto me la trombo io" che a me vien solo da ridere!

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati